«Ujana», termine utilizzato in Kiswahili (lingua ufficiale dell’Unione Africana) per indicare l’adolescenza, è il nome del nuovo progetto rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo grado in Italia e scuole primarie in Kenya, finalizzato all’educazione alla salute, con particolare attenzione ad alcuni ambiti di criticità nel percorso evolutivo pre-adolescenziale.

Il progetto è nato da un lavoro di tutte le sedi di Arché (Milano, Roma, San Benedetto del Tronto e Kisii (Kenya) e coinvolge un’équipe multidisciplinare della Fondazione (psicologo, antropologo, counsellor, educatori e volontari con formazione specifica), in collaborazione con esperti psicologi, pedagogisti, medici infettivologi e la Cooperativa Sociale Nivalis di Milano per la supervisione e il monitoraggio.
Partner del progetto sono: Università Bicocca di Milano e Università La Sapienza di Roma.

Obiettivo di Ujana è quello di sostenere ed educare i ragazzi ad acquisire sempre maggiori conoscenze e capacità nella promozione della salute individuale e del benessere della comunità, attraverso la condivisione di stili di vita sani, sia con lo studio di informazioni corrette che mediante lo sviluppo personale di competenze specifiche socio-emotive e relazionali.

Il progetto complessivamente è strutturato in tre moduli, da realizzare nel triennio scolastico.
È possibile fruire di moduli formativi anche semplicemente annuali, in riferimento alle esigenze scolastiche e/o del gruppo classe specifico.
Ogni modulo è tarato in base all’età dei ragazzi e a tematiche specifiche, e viene sviluppato durante l’anno scolastico poi ampliato e integrato in ambito triennale.
Per ogni modulo sono previsti 5 incontri di 2 ore per ogni singolo gruppo classe in orario curricolare.
I diversi percorsi annuali vertono sulle seguenti tematiche:

  • Modulo formativo rivolto ai ragazzi e alle ragazze di 11/12 anni:
  • percezione di sé e relazione con l’altro.
  • Modulo formativo rivolto ai ragazzi e alle ragazze di 12/13 anni:
    cambiamenti fisici e psichici in preadolescenza, la relazione affettiva.
  • Modulo formativo rivolto ai ragazzi e alle ragazze di 13/14 anni:
    le malattie infettive, comportamenti a rischio, capacità di ascolto e accoglienza.

Tenendo conto della giovanissima età dei ragazzi destinatari degli interventi, la metodologia è sempre basata sull’ascolto attivo, la riformulazione di richieste ed esigenze e, soprattutto, sull’attivazione delle risorse personali degli studenti e la messa in rete di tutte le risorse interne alla scuola (corpo docenti, sportello di ascolto, consiglio di classe e eventuali, altri interventi specifici di sostegno presenti nella scuola).

La scelta di intervenire in scuole di diverse città in Italia e in Kenya permette di incontrare una comunità di adolescenti variegata per estrazione sociale e culturale e, in modo sempre più significativo, interculturale sia per la collaborazione con le scuole del Kenya che per la sempre maggiore presenza di ragazzi stranieri nelle scuole italiane.

Matrice comune e filo conduttore dell’intero percorso formativo è l’educazione alla cittadinanza solidale, base e contesto ultimo della salute intesa come benessere personale e comunitario secondo la definizione OMS.

Nel progetto sono previsti anche incontri di confronto e riflessione anche con i docenti e con i familiari dei ragazzi coinvolti, in modo da dare continuità al lavoro di prevenzione svolto in classe.

Per maggior informazioni:
Milano: delloca@arche.it
Roma: mittermair@arche.it 
San Benedetto del Tronto: sanbenedetto@arche.it 
Kenya: casiraghi@arche.it