nuovi percorsi

Nuovi Percorsi

Dall’esperienza di Arché di quasi trent’anni sul territorio di Roma e di lavoro nella rete dei servizi, dal coinvolgimento di Arché in un coordinamento Romano anti-tratta coordinato dalla Caritas e dalla, ormai quasi decennale, partnership con Save The Children nasce il Progetto “Nuovi Percorsi”.

nuovi percorsi

Nuovi Percorsi

Dall’esperienza di Arché di quasi trent’anni sul territorio di Roma e di lavoro nella rete dei servizi, dal coinvolgimento di Arché in un coordinamento Romano anti-tratta coordinato dalla Caritas e dalla, ormai quasi decennale, partnership con Save The Children nasce il Progetto “Nuovi Percorsi”.

Uno spazio finalizzato a rispondere ai bisogni di donne, in particolar modo straniere, che provengono dal mondo dello sfruttamento o che per vulnerabilità rischiano di essere coinvolti in tali fenomeni.

Gli enti anti tratta operativi sulla capitale hanno infatti evidenziato, durante un focus group di assessment condotti proprio da Save the Children, la difficoltà di supportare quei nuclei ancora vulnerabili, ma che hanno concluso il percorso di emersione e protezione dalla tratta e si trovano ancora in difficoltà nel raggiungimento di una reale autonomia. L’accesso ai servizi specifici per mamme e per i bambini è spesso limitato anche quando sono in carico al sistema, incluso quello anti tratta. Una volta conclusi i percorsi di accompagnamento, l’acceso a tali servizi risulta quasi impossibile a causa della mancanza di orientamento, che limita il percorso di autonomia di questi nuclei e che li espone ad un importante rischio di re-traffiking.

Lo sportello di Nuovi Percorsi mira dunque a creare un Piano di Welfare Territoriale che possa mettere in rete tutti i servizi previsti a supporto delle mamme con bambini che si trovano in situazione di grave vulnerabilità.

Data di inizio: 01/04/2022

Beneficiari: i beneficiari diretti del progetto sono nuclei composti da mamme vittime o ex vittime di tratta e sfruttamento con figli minori, oltre a donne in stato di gravidanza, anch’esse provenienti dal mondo della tratta e dello sfruttamento. Inoltre, date le innumerevoli sfide e fragilità del periodo storico, anche mamme con bambini che si trovano in situazione di vulnerabilità e che necessitano di orientamento e supporto potranno essere supportate dal progetto.

Impatto sociale: Nuovi Percorsi Roma ha iniziato ad accogliere persone dal mese di giugno 2022 con l’obiettivo di supportare principalmente nuclei monoparentali composti da mamme sole con figli minori, o comunque donne in gravidanza, estremamente vulnerabili, con un occhio di riguardo per quante provengono dai circuiti di tratta e sfruttamento o di tutte quelle che presentano indicatori di rischio collegati a queste problematiche. Molte delle mamme beneficiarie del progetto sono dunque donne che necessitano di orientamento verso servizi specifici, inclusi servizi educativi per i propri figli, e/o accompagnamento nella costruzione della propria autonomia o nel supporto alla genitorialità.

Le donne che richiedono supporto al progetto Nuovi Percorsi, vengono incontrate in uno spazio sicuro presso il quale sono ascoltate da un’operatrice esperta di tratta e sfruttamento e da una tutor territoriale psicologa psicoterapeuta.

Partnership: Save The Children

Sostenitori: il Progetto è finanziato da Save the Children

Luogo: una sede di Archè sul territorio cittadino, sottratta alla criminalità organizzata

Contesto: la pandemia da Covid-19 ha profondamente inciso sul fenomeno della Tratta di esseri umani, soprattutto sulla tratta di persone a scopo di sfruttamento sessuale, aumentando il fenomeno indoor, determinando spesso l’impossibilità di intercettare le vittime. In questi ultimi anni molte persone che avevano realizzato un efficace percorso di fuoriuscita dalla Tratta e di inclusione si trovano a vivere nuovamente condizioni di estrema fragilità con un reale rischio di essere di nuovo coinvolte di situazioni di sfruttamento. È inoltre aumentato lo sfruttamento in ambito lavorativo. Il progetto mira a collocarsi come via di mezzo rispetto agli interventi previsti dalle varie reti antitratta (unità mobile – centri di accoglienza) proprio per dare continuità di sostegno e prevenzione in assenza di risorse previste a livello istituzionale e informale.

Contatti: Alfio Di Mambro 📧 dimambro@arche.it – 📞 342 6681282

Sostieni questo progetto
Diventa volontario

Uno spazio finalizzato a rispondere ai bisogni di donne, in particolar modo straniere, che provengono dal mondo dello sfruttamento o che per vulnerabilità rischiano di essere coinvolti in tali fenomeni.

Gli enti anti tratta operativi sulla capitale hanno infatti evidenziato, durante un focus group di assessment condotti proprio da Save the Children, la difficoltà di supportare quei nuclei ancora vulnerabili, ma che hanno concluso il percorso di emersione e protezione dalla tratta e si trovano ancora in difficoltà nel raggiungimento di una reale autonomia. L’accesso ai servizi specifici per mamme e per i bambini è spesso limitato anche quando sono in carico al sistema, incluso quello anti tratta. Una volta conclusi i percorsi di accompagnamento, l’acceso a tali servizi risulta quasi impossibile a causa della mancanza di orientamento, che limita il percorso di autonomia di questi nuclei e che li espone ad un importante rischio di re-traffiking.

Lo sportello di Nuovi Percorsi mira dunque a creare un Piano di Welfare Territoriale che possa mettere in rete tutti i servizi previsti a supporto delle mamme con bambini che si trovano in situazione di grave vulnerabilità.

Data di inizio: 01/04/2022

Beneficiari: i beneficiari diretti del progetto sono nuclei composti da mamme vittime o ex vittime di tratta e sfruttamento con figli minori, oltre a donne in stato di gravidanza, anch’esse provenienti dal mondo della tratta e dello sfruttamento. Inoltre, date le innumerevoli sfide e fragilità del periodo storico, anche mamme con bambini che si trovano in situazione di vulnerabilità e che necessitano di orientamento e supporto potranno essere supportate dal progetto.

Impatto sociale: Nuovi Percorsi Roma ha iniziato ad accogliere persone dal mese di giugno 2022 con l’obiettivo di supportare principalmente nuclei monoparentali composti da mamme sole con figli minori, o comunque donne in gravidanza, estremamente vulnerabili, con un occhio di riguardo per quante provengono dai circuiti di tratta e sfruttamento o di tutte quelle che presentano indicatori di rischio collegati a queste problematiche. Molte delle mamme beneficiarie del progetto sono dunque donne che necessitano di orientamento verso servizi specifici, inclusi servizi educativi per i propri figli, e/o accompagnamento nella costruzione della propria autonomia o nel supporto alla genitorialità.

Le donne che richiedono supporto al progetto Nuovi Percorsi, vengono incontrate in uno spazio sicuro presso il quale sono ascoltate da un’operatrice esperta di tratta e sfruttamento e da una tutor territoriale psicologa psicoterapeuta.

Partnership: Save The Children

Sostenitori: il Progetto è finanziato da Save the Children

Luogo: una sede di Archè sul territorio cittadino, sottratta alla criminalità organizzata

Contesto: la pandemia da Covid-19 ha profondamente inciso sul fenomeno della Tratta di esseri umani, soprattutto sulla tratta di persone a scopo di sfruttamento sessuale, aumentando il fenomeno indoor, determinando spesso l’impossibilità di intercettare le vittime. In questi ultimi anni molte persone che avevano realizzato un efficace percorso di fuoriuscita dalla Tratta e di inclusione si trovano a vivere nuovamente condizioni di estrema fragilità con un reale rischio di essere di nuovo coinvolte di situazioni di sfruttamento. È inoltre aumentato lo sfruttamento in ambito lavorativo. Il progetto mira a collocarsi come via di mezzo rispetto agli interventi previsti dalle varie reti antitratta (unità mobile – centri di accoglienza) proprio per dare continuità di sostegno e prevenzione in assenza di risorse previste a livello istituzionale e informale.

Contatti: Alfio Di Mambro 📧 dimambro@arche.it – 📞 342 6681282

Sostieni questo progetto