tirocinio

Tirocinio Universitario

Il tirocinio curriculare è un’esperienza formativa che gli studenti universitari svolgono presso una struttura convenzionata con l’Università per conoscere direttamente il mondo del lavoro. Il tirocinio può essere obbligatorio o facoltativo, secondo quanto determinato dal singolo corso di studio, e deve essere svolto nell’anno di corso previsto nel piano didattico

tirocinio

Tirocinio Universitario

Il tirocinio curriculare è un’esperienza formativa che gli studenti universitari svolgono presso una struttura convenzionata con l’Università per conoscere direttamente il mondo del lavoro. Il tirocinio può essere obbligatorio o facoltativo, secondo quanto determinato dal singolo corso di studio, e deve essere svolto nell’anno di corso previsto nel piano didattico

Il tirocinio ha lo scopo “di realizzare momenti di alternanza fra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro” (art. 1 D.M. 142/98). Dal punto di vista dello studente può avere più finalità: quella orientativa, che mira prevalentemente a far conoscere la realtà del mondo del lavoro tramite contatto diretto; quella formativa, che permette di approfondire, verificare ed ampliare l’apprendimento ricevuto dal corso di laurea. 

I tirocinanti vengono accolti presso Fondazione Arché e svolgono la loro esperienza di tirocinio presso una delle due comunità mamme e bambini: Casa Carla o Casa Adriana. Il tirocinante affianca l’educatore nello svolgimento delle attività quotidiane. Il tirocinante sperimenta il significato di lavorare in un’équipe di educatori, ma soprattutto cosa significa lavorare a stretto contatto con le persone, in questo caso specifico mamme e bambini.

Data di inizio: gennaio 2020

Beneficiari: studenti principalmente della facoltà di Scienze dell’Educazione

Impatto sociale: il tirocinio ha lo scopo di favorire l’arricchimento del bagaglio personale di conoscenze attraverso l’acquisizione di competenze professionali. Infatti, la possibilità di unire università e lavoro consente un contatto diretto con il mondo del lavoro. Al tirocinante inoltre, è fornita una formazione specifica e finalizzata all’acquisizione delle competenze professionali. Il tirocinio permette allo studente di sperimentarsi sul campo, mettendo in pratica quanto appreso durante le lezioni.

Università convenzionate:

  • Università degli Studi di Bergamo
  • Università degli Studi di Milano Bicocca
  • Università Cattolica del Sacro Cuore
  • Accademia di Belle Arti di Brera
  • IED Milano
  • IUL Università Telematica
  • Università degli Studi di Padova

Luoghi: Casa Carla e Casa Adriana

Contesto: il progetto di tirocinio si svolge all’interno delle due comunità mamme e bambini. In questo contesto gli educatori accompagnano i ragazzi nel vivere un’esperienza fondamentale per la loro formazione e per le loro aspirazioni future. Il tirocinio si propone di fornire alle studentesse e agli studenti la possibilità di svolgere un’esperienza significativa dal punto di vista formativo, consolidando le competenze che vengono chieste nei contesti in cui abitualmente operano gli educatori.

Contatti: Chiara Clemente, clemente@arche.it

Orari: da concordare con il tirocinante

Sostieni questo progetto
Diventa volontario

Il tirocinio ha lo scopo “di realizzare momenti di alternanza fra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro” (art. 1 D.M. 142/98). Dal punto di vista dello studente può avere più finalità: quella orientativa, che mira prevalentemente a far conoscere la realtà del mondo del lavoro tramite contatto diretto; quella formativa, che permette di approfondire, verificare ed ampliare l’apprendimento ricevuto dal corso di laurea. 

I tirocinanti vengono accolti presso Fondazione Arché e svolgono la loro esperienza di tirocinio presso una delle due comunità mamme e bambini: Casa Carla o Casa Adriana. Il tirocinante affianca l’educatore nello svolgimento delle attività quotidiane. Il tirocinante sperimenta il significato di lavorare in un’équipe di educatori, ma soprattutto cosa significa lavorare a stretto contatto con le persone, in questo caso specifico mamme e bambini.

Data di inizio: gennaio 2020

Beneficiari: studenti principalmente della facoltà di Scienze dell’Educazione

Impatto sociale: il tirocinio ha lo scopo di favorire l’arricchimento del bagaglio personale di conoscenze attraverso l’acquisizione di competenze professionali. Infatti, la possibilità di unire università e lavoro consente un contatto diretto con il mondo del lavoro. Al tirocinante inoltre, è fornita una formazione specifica e finalizzata all’acquisizione delle competenze professionali. Il tirocinio permette allo studente di sperimentarsi sul campo, mettendo in pratica quanto appreso durante le lezioni.

Università convenzionate:

  • Università degli Studi di Bergamo
  • Università degli Studi di Milano Bicocca
  • Università Cattolica del Sacro Cuore
  • Accademia di Belle Arti di Brera
  • IED Milano
  • IUL Università Telematica
  • Università degli Studi di Padova

Luoghi: Casa Carla e Casa Adriana

Contesto: il progetto di tirocinio si svolge all’interno delle due comunità mamme e bambini. In questo contesto gli educatori accompagnano i ragazzi nel vivere un’esperienza fondamentale per la loro formazione e per le loro aspirazioni future. Il tirocinio si propone di fornire alle studentesse e agli studenti la possibilità di svolgere un’esperienza significativa dal punto di vista formativo, consolidando le competenze che vengono chieste nei contesti in cui abitualmente operano gli educatori.

Contatti: Chiara Clemente, clemente@arche.it

Orari: da concordare con il tirocinante

Sostieni questo progetto
Diventa volontario