Salutiamo Giuseppe Stoppigliaprete e viandante, come si firmava, che ieri ci ha lasciato.

È un grande amico di Arché e abbiamo deciso di ricordarlo con una delle sue note:

“Visse come un granello di sabbia incolore sulla riva del mare, confuso tra mille suoi simili. E quando il vento sollevò il granello di sabbia e lo trasporto all’altra riva del mare nessuno se ne accorse. (Bonce, il silenzioso, coperto di umiliazioni fin da bambino, emarginato e vittima di ogni sorta di ingiustizia, non aveva mai emesso un lamento o una protesta).

In questa immagine c’è la storia di tanti uomini e donne che vivono la loro vita. Passano accanto a noi e sono ignorati, non osano stendere la mano, non implorano un conforto. Non lasciamo, però, che sia solo Dio ad accorgersi di loro”

In occasione della giornata di studio bambiniamilano era stato nostro ospite, questo era stato il suo ‘intervento completo: