Nell’Africa sub-sahariana, il principale veicolo di trasmissione del virus HIV è il rapporto eterosessuale e ciò vale soprattutto per i giovani. Un precoce e prematuro approccio al sesso è molto frequente tra i giovani africani, spesso associato ad una mancanza di informazione corretta sull’HIV/AIDS e sulle sue modalità di trasmissione.
Dal 2003 Arché opera in Kenya, nella provincia occidentale del Nyanza, l’area più colpita dall’epidemia di Aids, con il 13,9% della popolazione sieropositiva a fine 2009.
I settori di intervento sono la prevenzione dell’HIV nelle scuole primarie e il supporto all’istruzione per i bambini orfani dell’AIDS.
In Kenya nel 2009 erano 1.500.000 le persone sieropositive di cui 200.000 bambini al di sotto dei 15 anni, 337.000 le persone in terapia ARV (antiretrovirale), 1.200.000 gli orfani dell’AIDS, 380.000 in più rispetto al 2001.
Nelle scuole primarie della diocesi di Kisii (Kenya), Arché ha attivo un programma di prevenzione all’HIV per preadolescenti.
Gli obiettivi del programma sono: informare sulle modalità di contagio da HIV e sulle sue gravi conseguenze sociali a cui la diffusione dell’AIDS porta; la promozione nel preadolescente di riferimenti etici, conoscenze e capacità che favoriscano l’adozione di comportamenti non a rischio; il miglioramento della comunicazione e della relazione tra i due sessi, per ridurre le disuguaglianze di genere; la lotta allo stigma e alla discriminazione verso le persone sieropositive all’HIV o malate di AIDS.

Da quest’anno sarà a disposizione di tutti coloro che operano nell’ambito della prevenzione HIV in Africa uno strumento di prevenzione moderno, originale ed efficace. Si tratta del video “It’s up to you!”, realizzato da Arché. Il video ritrae le situazioni a maggiore rischio di contagio per un adolescente. Il film sarà doppiato in diverse lingue e dialetti locali e sarà distribuito in Kenya, Tanzania, Uganda, Sudafrica, Sud Sudan, Zambia, Nigeria. Sarà inoltre diffuso a tutte le realtà dell’Africa anglofona, francofona e lusofona interessate alla prevenzione dell’AIDS tra i più giovani. Un bacino di utenza potenzialmente vastissimo.

Con la regia Francesco Jodice e la produzione di Filmmaster, “It’s up to you!” è costituito da tre episodi (Joseph’s journey, Esther’s education e Ray’s road), incentrati sui problemi derivanti dall’alcolismo, dall’abuso sessuale sui minori, dalle pressioni del gruppo.

Questo approccio al problema mira a coinvolgere gli adolescenti attraverso uno stile narrativo ed evocativo e ad accrescere in loro la capacità di saper riconoscere una minaccia e operare una scelta consapevole. Da qui il titolo: “It’s up to you! Sta a te!”.

“Oggi i bambini sieropositivi in Africa sub-sahariana sono oltre 2 milioni e trecentomila: una cifra spaventosa. Che priva di un futuro, il futuro di un continente”. Enrico Ruggeri, testimonial della campagna “Per un futuro senza HIV”, si fa portavoce dell’attività di Arché, fondata sulla convinzione che la prevenzione, in un territorio in cui si registra un precoce approccio al sesso e mancanza di informazione, sia la carta più efficace per combattere la diffusione dell’AIDS.

It’s up to you! è stato presentato da Maurizio Nichetti al Cinema Anteo di Milano il 28 aprile scorso.
Sono intervenuti Padre Giuseppe Bettoni, fondatore di Arché, Cristina Bocca, responsabile del progetto in Africa, Francesco Jodice, regista.