La Casa Accoglienza Arché ospita mamme con i loro bambini che necessitano di un grande sostegno per potersi rimettere in gioco sia come madri, sia come donne nella società. Durante la loro permanenza in casa l’associazione le affianca in un percorso verso l’autonomia, perché una mamma uscita dalla comunità possa avere una vita dignitosa per sé e per i propri figli.

Spesso si tratta di mamme che arrivano da storie di violenza, donne che non hanno mai avuto il diritto ad un lavoro, ad una casa, ad una famiglia che garantisse loro un adeguato sostegno psicologico e morale.

A volte la nascita di un figlio rende la donna ancora più bisognosa di un sostegno e ancora più incapace di emanciparsi da quell’ambiente malsano e difficile dal quale talvolta arriva.

Trovare lavoro per una giovane donna madre è ancora più difficile, soprattutto considerando il grave periodo di crisi economica che sta attraversando l’Italia. Gli operatori di Casa Arché cercano di offrire un aiuto pratico nella ricerca del lavoro, di basilare importanza perché si possa creare una nuova possibilità di vita per queste giovani mamme e per i loro bambini.

Grazie al prezioso aiuto di un’azienda, dopo una lunga e ardua ricerca, dopo innumerevoli serate trascorse ad inviare curriculum, a leggere e selezionare offerte di lavoro, una delle giovani ospiti della Casa Accoglienza, ha finalmente firmato un contratto di lavoro come addetta alle pulizie, presso gli uffici di una nota banca di Milano.

Dal primo giorno di lavoro la giovane mamma è ritornata a sorridere, ha letteralmente cambiato espressione del viso… ora ha davanti a sé l’opportunità di cercare una casa in affitto dove abitare con il suo bambino, ha l’opportunità di crearsi una vita tutta sua, fatta di fatiche e di soddisfazioni.

Oggi questa giovane mamma crede che anche per lei ci sia un futuro, un futuro per cui vale la pena di combattere, per se stessa e per la sua piccolo creatura

La giovane mamma scrive…

Ora ho un lavoro! Finalmente! Ho aspettato tanto questo momento. Mi trovo molto bene, le colleghe hanno avuto la pazienza di spiegarmi tutto e il mio capo di settore mi ha messo molto a mio agio.
Quando mi sveglio alla mattina non sono più triste e stanca, ora ho voglia di alzarmi e di rimboccarmi le maniche e più lavoro e più ho energia per fare mille cose.
Al giorno d’oggi avere un lavoro è cosa rara e quindi chi lo trova se lo deve “tenere con i denti”.
Io mi impegno al massimo perché mi tengano sempre a lavorare, anzi perché magari un domani mi aggiungano ore di lavoro. Il lavoro è sacro e io sono felice perché tra un po’ di tempo potrò abitare in una casa mia e sentirmi indipendente. Grazie per questa possibilità che mi è stata data.
Mi piace alzarmi al mattino e incontrare gente, avere rapporti miei, veri e onesti. Grazie anche per questa possibilità!