È stata una settimana in alta quota quella che le mamme e i bambini di Arché hanno trascorso nel Comune di Vezza d’Oglio, la località della Val Camonica che è ormai diventata un appuntamento fisso delle nostre Vacanze Arcobaleno.

Infatti, i piccoli e le piccole di Casa Adriana e Casa Carla, hanno avuto la possibilità di trascorrere qualche giorno all’aria aperta all’insegna di un sano divertimento.

Dopo la sveglia e la colazione al mattino presto, erano tutti pronti e scattanti per la gita quotidiana o per trascorrere qualche ora visitando il paese o nei parchi gioco nei dintorni di Villa Quies, lo stabile di proprietà del Comune di Vezza d’Oglio che ci ha ospitato in quei giorni.

Ogni giorno era una vera e propria “avventura”: da una visita al Sozzine Park, un parco fluviale vicino a Ponte di Legno dove le mamme e i bambini hanno passato qualche ora a divertirsi con dei fantastici giochi d’acqua, ad una camminata alla Chiesa di San Clemente, un eremo che si raggiunge attraverso una mulattiera che parte direttamente da Vezza d’Oglio.

Da numerose gite al Parco Nazionale dello Stelvio (come quelle a Val Grande, alle Case di Viso o nella gigantesca Valle delle Messi), a quello che ormai è diventato un appuntamento fisso quando siamo lì: la gita all’Adamello Adventure, il parco avventura dove mamme e bambini si sono cimentati in scalate, ponti di corda e tanti altri percorsi in cui anche i più paurosi si sono lanciati!

E per finire, la gita all’Apiario Didattico della Val Camonica è stato uno degli eventi che più sono piaciuti ai piccoli della Comunità.

Grazie al simpaticissimo apicoltore Gianni Tosana, i piccoli e le piccole hanno imparato tutto quello che c’è da sapere sulle api, su cosa fanno, su come si produce il miele e su quelli che sono i trucchi del mestiere che ogni apicoltore provetto dovrebbe conoscere.

Ma come ci racconta Eugenio (uno degli educatori che hanno accompagnato la comunità), «quello che di davvero speciale ci portiamo a casa da quest’esperienza è stata l’atmosfera speciale che si era venuta a creare, che ha permesso anche ai bambini più timidi e introversi di socializzare e giocare con tutti, probabilmente stimolati dall’ambiente che li circondava e dalle novità che scoprivano ogni giorno».

E poi non possiamo che ringraziare gli amici che ci hanno supportato in queste settimane di vacanza. Grazie:

Roberto Bettoni e Monica Bettinelli, Macelleria da Mirko Edolo, panificio Amadini Igino ed Elena, Picen Roberto frutta e verdura, Unes supermercati Sabina e Marzio, Gatti Giordano, gruppo Amici in cordata nel mondo, Apicoltura Lares di Tosana Gianni, Perlotti Roberta abbigliamento, Marazzani Silvia, Boninchi Silvana ,Punto Sport Abbigliamento e Gastronomia Terracqua di Bettoni Roberto Snc.

E grazie di cuore anche a te Vezza d’Oglio, ci vediamo l’anno prossimo!