A Kisii da anni Arché è impegnata nella prevenzione dell’Aids e nella promozione di comportamenti responsabili con i ragazzi delle scuole primarie. Ma proprio il lavoro con i ragazzi ci ha fatto comprendere la necessità di coinvolgere la famiglia in questo intervento educativo.
Il team coordinato da Marco Casiraghi ha dunque attivato una serie di iniziative per sensibilizzare i genitori sui problemi dell’adolescenza e sulla centralità del dialogo intergenerazionale.
Tre, in particolare, le iniziative:

  • Un seminario di formazione per i genitori dei ragazzi già raggiunti dal workshop di prevenzione, un’occasione per gli adulti anche di discutere questioni scabrose alla presenza di un facilitatore, quali l’aumento degli aborti tra le minorenni, spesso assistite dai propri familiari, il fenomeno dell’incesto, o la presenza di situazioni familiari disperate, dove i bambini assistono o vengono coinvolti nella vita sessuale dell’adulto (la madre single che si prostituisce in casa per sopravvivere).
  • Un forum genitori-ragazzi, organizzato a livello di scuola, alla presenza dei nostri facilitatori, per agevolare la comunicazione e approfondire la relazione tra genitori e figli. In questo caso si usano le tecniche di role playing, dove rappresentati di entrambe le parti recitano un ruolo in situazioni familiari dove c’è da affrontare un problema (ad esempio, una ragazza trascorre la notte fuori casa, oppure resta incinta) e va individuato l’approccio migliore al problema. I giochi di ruolo sono in Africa uno strumento molto utile che permette al pubblico di visualizzare la situazione, stimola il coinvolgimento emotivo e favorisce la discussione tra i presenti.
  • Incontri tra i genitori del YOPA Cooperazione formati da Arché, e i genitori delle varie comunità della diocesi di Kisii: tra gennaio e aprile 2012 sono stati organizzati 12 incontri, con una partecipazione complessiva di oltre 450 persone.