Giovedì 6 marzo alla nostra associazione è stato assegnato dal Comune di Roma un appartamento che fa parte di uno dei tanti beni confiscati alla mafia e destinati ad usi sociali. L’immobile rimarrà di proprietà del comune di Roma e diventerà a tempo indeterminato la nuova sede della associazione Arché. Si tratta dell’atto conclusivo di un percorso lungo e difficilissimo iniziato circa 5 anni fa. Questo successo faticoso ed in certi momenti esasperante è però un bellissimo messaggio di speranza per tutte le associazioni che teoricamente hanno diritto all’assegnazione di un bene confiscato ma che non riescono ad avere accesso a questa importante risorsa.
Prossimamente l’appartamento verrà ristrutturato e adattato alle tante esigenze della sede. In particolare finalmente riusciremo ad allestire uno spazio adeguato per gli incontri con i ragazzi e le famiglie. Speriamo di completare tutti i lavori e di inaugurare la nuova sede prima della prossima estate.