“Mai mi sarei immaginato a distanza di trent’anni di dover fare i conti con un altro virus, micidiale e diabolico, altrettanto capace di contagio dove a farne le spese sono ancora e soprattutto loro, donne e bambini, i soggetti più deboli e fragili” ha scritto p. Giuseppe Bettoni sulle pagine de “La Repubblica Milano” del 26 maggio, raccontando e denunciando i diversi episodi di razzismo e discrimazione, vissuti recentemente dalle mamme di Fondazione Arché.