L’intervento di Arché in Kenya, attivato con la prevenzione dell’AIDS nelle scuole primarie della diocesi di Kisii, si va estendendo ad altri ambiti. Ci è stata segnalata la precarietà delle condizioni di alcuni bambini di età inferiore ai tre anni che vivono nel carcere femminile di Kisii, insieme alle madri. Per questi bambini, Arché ha provveduto alla distribuzione di biberon, materassi, lenzuola e coperte.

Un altro intervento che vede il coinvolgimento di Arché è l’attivazione della Farm of Hope, la fattoria delle speranza. Si tratta di un progetto a beneficio degli orfani e dei minori in stato di necessità della parrocchia di Magwagwa: la parrocchia ha messo a disposizione un campo incolto, che grazie ad Arché e sotto la supervisione di Marco Casiraghi, sarà coltivato per integrare la dieta degli orfani e per insegnar loro i principi elementari di agricoltura. Sono già stati acquistati gli attrezzi necessari, le sementi, e assunto un agronomo che seguirà i lavori. 20 adulti della comunità di Magwagwa stanno già lavorando su un appezzamento di 3500 mq, preparando il terreno per la semina.