La giuria di qualità de “L’Anello Debole” ha scelto i finalisti che si contenderanno il premio nel corso del secondo Capodarco Corto Film Festival (3-6 novembre 2011).

Sono 28 le opere scelte fra 210, divise in cinque categorie: 6 per la “Radio”, 6 per la “TV”, 7 per i “Corti della Realtà”, 6 per i “Corti di Fiction” e 3 per i “Cortissimi”.
I 22 video, tra cui It’s up to you” di Arché possono inoltre essere visti da oggi su una sezione speciale di Corriere Tv.

Tutte le opere finaliste e le selezionate sono già in visione integrale sul sito del premio www.premioanellodebole.it.

“L’Anello Debole” nasce nel 2005 da un’idea di Giancarlo Santalmassi per assegnare un riconoscimento ai migliori cortometraggi, réportage, servizi televisivi e radiofonici sui fatti e le vicende delle persone più fragili e sui temi della sostenibilità ambientale.
Le 28 opere finaliste coprono una gamma di temi sociali molto ampia, sia nazionale che internazionale. Si va dalla psichiatria alla povertà e alla disoccupazione; dall’immigrazione alle problematiche dell’Africa e del Medio Oriente; dalla disabilità e i disturbi dell’apprendimento all’aborto; dai rom al carcere; dalla criminalità ai movimenti xenofobi e nazionalistici che si stanno diffondendo in Russia.

La premiazione si svolgerà domenica 6 novembre. Le opere vincitrici verranno scelte dalla giuria di qualità, composta da Giancarlo Santalmassi (presidente), don Vinicio Albanesi, Pino Corrias, Daniela de Robert, Andrea Pellizzari e Daniele Segre, e dalla giuria popolare che voterà nel corso del Festival di novembre.

Per ulteriori informazioni si può contattare la segreteria del premio: 0734 681001 – info@premioanellodebole.it.