Il dono è uno dei modi più comuni e universali per creare relazioni umane.

A dirlo, per la prima volta, è stato l’antropologo Marcel Mauss nel suo Saggio sul dono, uscito in Francia nel 1923. E poi Mauss diceva un’altra cosa illuminante: il dono implica una forte dose di libertà.

Si può dare liberamente e nella forma che si vuole, si può accettare di ricevere, si può decidere di restituire come e quando si vuole, ma sempre spontaneamente e senza obblighi: questa assenza di regole presuppone una grande fiducia negli altri, è all’origine di un legame autentico.

L’arrivo di questo Natale ha gettato qualche seme nuovo anche nelle nostre amicizie: grazie alla disponibilità dell’azienda per cui lavorano, che ha aperto con fiducia le sue porte al mondo delle mamme e dei bambini di Arché, ci sono state tante persone che hanno avuto un’occasione nuova. Sono tutti dipendenti, professionisti specializzati nei loro campi, che si sono fatti avanti per diventare “volontari” e donare il loro tempo, il loro impegno, le loro competenze al servizio della nostra Onlus.

Mercoledì 9 dicembre l’Istituto Italiano della Donazione ha organizzato all’interno degli uffici di Italiana Assicurazione a Milano un mercatino solidale, coinvolgendo Fondazione Arché, Dynamo Camp, Aisla onlus, Fav onlus. Ciascuna associazione ha portato i suoi gadget, l’accoglienza è stata calorosa e c’è stata una bella partecipazione di tutto il personale.

Poi c’è stato l’impegno di KPMG, la società di consulenza e revisione contabile attiva nei servizi professionali alle imprese: in occasione dellArchénatale, il mercatino di Arché che si è svolto a novembre in corso di Porta Nuova, un gruppo di dipendenti è venuto ad aiutare tra i banchetti.

Come l’anno scorso, poi, KPMG ha organizzato “Angel Tree”: i bambini della Casa Accoglienza di Milano e degli appartamenti assistititi dagli educatori hanno scritto una letterina di Natale che poi è stata appesa sull’albero di Natale all’interno dell’azienda. Ogni dipendente ne ha presa una e si è occupato di acquistare il regalo desiderato dal bambino che la firmava. Lo “spacchettamento” ufficiale avverrà in occasione della festa di Natale di CasArché.

Anche i lavoratori del noto marchio di abbigliamento Gap si sono dati davvero da fare: grazie all’iniziativa “Adotta una famiglia”, i dipendenti del negozio di Corso Vittorio Emanuele di Milano si sono impegnati a raccogliere fondi per la Casa Accoglienza di Arché, secondo una lista di oggetti utili di prima necessità che servono nella casa e che saranno consegnati prima di Natale.

Un’altra bella iniziativa che questa volta ha visto come protagoniste le mamme della Casa Accoglienza: dall’1 al 24 dicembre, saranno loro a fare le confezioni regali presso il negozio Cad Bellezza&Igiene di via Sanzio 39.

L’offerta dei clienti per il servizio di pacco regalo è come sempre libera, il ricavato sarà usato per dare loro un piccolo rimborso e per i progetti di Arché a favore di mamme e bambini: contentissime per rendersi utili, di mettersi in gioco in un’attività lavorativa, di stare a contatto con i clienti, per molte di loro questa è davvero una grande opportunità e un piccolo punto da cui ripartire.

Infine segnaliamo l’evento organizzato da Amazon Prime Now: venerdì 18 saremo in Piazza San Babila, assieme a WeWorld Onlus e Fondazione Mission Bambini, con uno stand in cui ci racconteremo attraverso le nostre persone e i materiali promozionali per sostenere mamme e bambini affiancati dalla nostra Fondazione: matite, calendari, pennarelli, biglietti di auguri e peluche.