Come è ormai tradizione, Arché ha festeggiato a Roma l’arrivo dell’estate con la grande “Festa delle famiglie”. Tutti invitati a “La Fattoria”: grandi, piccini, famiglie, volontari, collaboratori per passare insieme una giornata in allegria con un bel pic-nic e tanti giochi.

Il gioco più coinvolgente è stato quello degli animali fantastici: sono state costituite sette squadre, ognuna delle quali doveva inventarsi un animale di fantasia, dargli un nome e mimarne le fattezze. Nei nomi c’era di tutto. Dal misterioso “Rezurdik”, al preoccupante “Friblasmo”, al tentacolato “Calamarante”, all’elegante incrocio fra polipo e farfalla “Polifar”, allo strisciante “Lombricigno zizaghiño”, fino al drago vampiro “Dracola” e al mostruoso volontario “Archédattilo bicefalo dell’orchidea”. Una giuria imparziale ha assegnato i sette premi previsti, ciascuno per una categoria, e ogni squadra ha ottenuto il suo.

Sul finire, i più piccoli sono stati aiutati a realizzare il “Cappello delle vacanze” sul quale attaccare i biglietti dei propri desideri per l’estate. Molti, con disegni o con semplici parole, hanno indicato il mare, altri i giardini o il bosco. Un bimbo ha scritto semplicemente “Mamma”.