A Ferragosto Milano si svuota? Quest’anno meno del solito, anche a Quarto Oggiaro. Tra le quattro mura di CasArché, infatti, il 15 agosto è stata l’occasione per organizzare un bel momento di festa: per mamme, bambini, volontari e operatori.

Mettere a posto i tavoli, apparecchiare, accendere le griglie: fin dalla mattina è stato tutto un darsi da fare per rendere speciale questa giornata. Che speciale, già, lo era di per sé: a CasArché, infatti, si sono ritrovati mamme e bambini di entrambe le comunità milanesi di Arché. Insieme finalmente, dopo i giorni trascorsi a Dynamo Camp. “Non c’era proprio nessuna distinzione tra “Mamme di Casa Adriana” e “Mamme di Casa Carla”: c’erano solo tante donne e tanti bimbi, pronti a vivere un momento di serenità”, ricorda Gloria che ha trascorso il pomeriggio con loro e con i nuclei della Corte di Quarto.

Musica, giochi, buon cibo e anche qualche tuffo in piscina sono stati gli ingredienti che hanno animato il torrido pomeriggio e hanno unito, dopo il pranzo insieme, tutti i presenti. “C’è stato un bel momento in cui hanno messo la musica di sottofondo e, mentre chiacchieravano tra di loro, ognuna andava a mettere la musica che più gradiva”, continua Gloria, contenta per il clima che si era creato nel giardino di CasArché. “Si percepiva una sorta di “velo” di festa che avvicinava le varie culture, attraverso la musica e, ovviamente, la danza. Mentre alcune ballavano sui ritmi della loro terra d’origine, le altre non si tiravano certo indietro, battendo le mani e tentando anche qualche timido passo”.

A Ferragosto, dunque, Milano non si è svuotata e, anzi, a CasArché si è riempita: di persone, di bei sentimenti e tanta voglia di stare insieme!