Finalmente è arrivato il nuovo calendario Arché 2014 “12 bambini per esempio”.
È bellissimo.

I bambini costituiscono il senso di Arché: è così dal 1991 e lo sarà nel 2014. È per questo che siamo andati a scovarne dodici, grazie ai quali il nostro è già un mondo migliore. Sono dodici bambini che vivono situazioni di disagio differenti e con fatti e parole, incredibilmente semplici e coraggiosi, provano a cambiare le cose. Viviana Spreafico, illustratrice milanese amica di Arché, ha illustrato magnificamente le loro storie per noi. Sono, per dirla bene, dei “cittadini solidali”. Serve altro per spiegare perché invitiamo a conoscerne uno al mese?
Beh, se servisse aggiungiamo questo: vedono il futuro. E lo vogliono più accogliente e più giusto. È per questo che c’è Arché: per accompagnare tante giovani persone, che chiamiamo “bambini”, nel futuro, che sia domani o tra cinque anni. Perché se un bambino sta bene, sta meglio la sua mamma, la sua famiglia, la sua comunità. La nostra comunità.

Gennaio con Mirtilla, l’amica di Arché, apre il calendario.
Febbraio con Malala Yousafzai, 16 anni, studentessa: il coraggio della ribellione.
Marzo con Iqbal, bambino operaio ucciso a 12 anni: la forza delle idee.
Aprile con Latif, 11 anni, cucitore di palloni: il riscatto delle parole.
Maggio con Fatima, 16 anni: il saper chiedere aiuto.
Giugno con Youssef, 15 anni: il sogno del ritorno a casa.
Luglio con Felix, 12 anni, Germania: il valore della conoscenza.
Agosto con Amina, 17 anni, ragazza soldato: la crudezza della vita.
Settembre con Maria, 16 anni, Milano, sieropositiva: una storia di speranza.
Ottobre con Carlo, 14 anni, Milano: un talento e una passione per superare le barriere.
Novembre con Estella, 15 anni: il dramma della solitudine e dell’abbandono.
Dicembre con Elvis, 10 anni, Srebrenica: la forza della famiglia.

Se volete averlo sulla vostra scrivania per tutto il 2014 contattateci: con una donazione minima di 5 € può essere vostro!