Arché con le famiglie

Un progetto di consegna a domicilio di spesa e beni di prima necessità per dare una mano alle famiglie messe in difficoltà da Covid-19.

Arché con le famiglie

Un progetto di consegna a domicilio di spesa e beni di prima necessità per dare una mano alle famiglie messe in difficoltà da Covid-19.

Il servizio Arché con te è attivo dal mese di marzo e ha come scopo la consegna presso le nostre sedi e/o a domicilio di spesa e beni per la prima infanzia alle famiglie e ai cittadini che, per via dell’emergenza Covid-19, sono impossibilitati ad uscire di casa (famiglie in quarantena) oppure che a causa dell’emergenza sanitaria hanno perso il lavoro e stanno scivolando sotto la soglia della povertà. Abbiamo sviluppato attività individualizzate per ogni nucleo affinché potessero rispondere ai reali bisogni delle famiglie.

Il Servizio viene attivato per le famiglie prese in carico nei nostri progetti.

Data di inizio: 15/03/2020.

Beneficiari: I destinatari del servizio sono le persone coinvolte nei progetti di Arché. In particolare famiglie e persone a rischio di scivolamento sotto la soglia di povertà e non autosufficienti.

Impatto sociale: L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha richiesto uno sforzo non solo sanitario, ma anche sociale e di accoglienza dei nuovi bisogni dei nuclei fragili. Il servizio nasce, quindi, per rispondere all’emergenza economica e sociale dovuta alla diffusione del Covid-19. Il progetto si pone l’obiettivo di affrontare l’emergenza sociale che ha colpito le persone più vulnerabili svolgendo un ruolo di affiancamento e offerta di beni alimentari, di prima necessità e prodotti per la prima infanzia. Abbiamo ricevuto richieste di presa in carico da parte di nuclei familiari, malati, anziani soli, disabili e persone e famiglie fragili individuando le situazioni di maggiore criticità. I progetti sostenuti rispondono a diversi bisogni e prevedono servizi a supporto della domiciliarità forzata (spesa, consegna di prodotti per la prima infanzia, prodotti di prima necessità etc.). Il servizio si realizza anche grazie alla prestazione di volontari, attivati nel progetto per la consegna delle spese e di altri prodotti.

Partnership: Quartieri Tranquilli, Banco Alimentare, Croce Rossa Italiana, Fondazione Rava, Enel, Esprinet, Sec Group, Beko, Morgan Stanley, Zaini, Anglatec, Chanteclair.

Luogo: Municipio 8 e Municipio 2 – città di Milano.

Contesto: Il progetto si inserisce all’interno di un’iniziativa di Fondazione Arché nata per rispondere alle nuove esigenze create dall’emergenza da Coronavirus. I nuclei familiari in condizioni di pregressa vulnerabilità si interfacciano con un ulteriore aggravamento delle proprie condizioni, soprattutto per quanto riguarda le questioni economiche. Si presentano numerosi casi di perdita del lavoro da parte di uno o di entrambi i genitori e in molteplici casistiche, laddove il lavoro viene mantenuto, si assiste a riduzione degli stipendi, cassa integrazione, riduzione delle ore lavorative. Ne scaturisce perciò una diffusa mancanza di risorse economiche necessaria all’acquisto di beni di prima necessità e di beni per la prima infanzia. A ciò si aggiunge la condizione di isolamento e quarantena che limita la possibilità, sia laddove sono presenti risorse economiche e a maggior ragione dove non presenti, nel reperimento di tali beni. Il bisogno individuato sta nell’organizzare e strutturare sistemi di recupero e consegna ai domicili dei nuclei familiari che si trovino in situazioni come quelle sopracitate. Il contesto all’interno del quale si sviluppa è il territorio milanese, in particolare i Municipi 2 e 8 al fine di creare una rete di aiuto e servizi che possano sopperire, almeno parzialmente, all’incapacità temporanea delle famiglie di reperire beni di prima necessità, garantendoli per loro e per i propri figli.

Contatti: Per attivare il servizio o per diventare volontari contattare la referente del progetto Chiara Clemente telefonando al numero 3482323088.

Sostieni questo progetto
Diventa volontario

Il servizio Arché con te è attivo dal mese di marzo e ha come scopo la consegna presso le nostre sedi e/o a domicilio di spesa e beni per la prima infanzia alle famiglie e ai cittadini che, per via dell’emergenza Covid-19, sono impossibilitati ad uscire di casa (famiglie in quarantena) oppure che a causa dell’emergenza sanitaria hanno perso il lavoro e stanno scivolando sotto la soglia della povertà. Abbiamo sviluppato attività individualizzate per ogni nucleo affinché potessero rispondere ai reali bisogni delle famiglie.

Il Servizio viene attivato per le famiglie prese in carico nei nostri progetti.

Data di inizio: 15/03/2020.

Beneficiari: I destinatari del servizio sono le persone coinvolte nei progetti di Arché. In particolare famiglie e persone a rischio di scivolamento sotto la soglia di povertà e non autosufficienti.

Impatto sociale: L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha richiesto uno sforzo non solo sanitario, ma anche sociale e di accoglienza dei nuovi bisogni dei nuclei fragili. Il servizio nasce, quindi, per rispondere all’emergenza economica e sociale dovuta alla diffusione del Covid-19. Il progetto si pone l’obiettivo di affrontare l’emergenza sociale che ha colpito le persone più vulnerabili svolgendo un ruolo di affiancamento e offerta di beni alimentari, di prima necessità e prodotti per la prima infanzia. Abbiamo ricevuto richieste di presa in carico da parte di nuclei familiari, malati, anziani soli, disabili e persone e famiglie fragili individuando le situazioni di maggiore criticità. I progetti sostenuti rispondono a diversi bisogni e prevedono servizi a supporto della domiciliarità forzata (spesa, consegna di prodotti per la prima infanzia, prodotti di prima necessità etc.). Il servizio si realizza anche grazie alla prestazione di volontari, attivati nel progetto per la consegna delle spese e di altri prodotti.

Partnership: Quartieri Tranquilli, Banco Alimentare, Croce Rossa Italiana, Fondazione Rava, Enel, Esprinet, Sec Group, Beko, Morgan Stanley, Zaini, Anglatec, Chanteclair.

Luogo: Municipio 8 e Municipio 2 – città di Milano.

Contesto: Il progetto si inserisce all’interno di un’iniziativa di Fondazione Arché nata per rispondere alle nuove esigenze create dall’emergenza da Coronavirus. I nuclei familiari in condizioni di pregressa vulnerabilità si interfacciano con un ulteriore aggravamento delle proprie condizioni, soprattutto per quanto riguarda le questioni economiche. Si presentano numerosi casi di perdita del lavoro da parte di uno o di entrambi i genitori e in molteplici casistiche, laddove il lavoro viene mantenuto, si assiste a riduzione degli stipendi, cassa integrazione, riduzione delle ore lavorative. Ne scaturisce perciò una diffusa mancanza di risorse economiche necessaria all’acquisto di beni di prima necessità e di beni per la prima infanzia. A ciò si aggiunge la condizione di isolamento e quarantena che limita la possibilità, sia laddove sono presenti risorse economiche e a maggior ragione dove non presenti, nel reperimento di tali beni. Il bisogno individuato sta nell’organizzare e strutturare sistemi di recupero e consegna ai domicili dei nuclei familiari che si trovino in situazioni come quelle sopracitate. Il contesto all’interno del quale si sviluppa è il territorio milanese, in particolare i Municipi 2 e 8 al fine di creare una rete di aiuto e servizi che possano sopperire, almeno parzialmente, all’incapacità temporanea delle famiglie di reperire beni di prima necessità, garantendoli per loro e per i propri figli.

Contatti: Per attivare il servizio o per diventare volontari contattare la referente del progetto Chiara Clemente telefonando al numero 3482323088.

Sostieni questo progetto
Diventa volontario