REstart

Opportunità lavorative per giovani accanto a famiglie in stato di difficoltà

REstart

Opportunità lavorative per giovani accanto a famiglie in stato di difficoltà

Il progetto REstart offre ai giovani tra i 18 e 35 anni di Quarto Oggiaro occasioni di formazione e lavoro.

Ai beneficiari del progetto sarà offerta l’opportunità di partecipare ad un corso di formazione per acquisire le competenze di base e specifiche per svolgere in modo competente il ruolo di babysitter e tutor compiti. Entrambi i servizi verranno assicurati a tutti i nuclei famigliari in cui i genitori devono garantire la loro presenza fisica presso i luoghi di lavoro oppure a coloro che devono gestire i figli durante lo smartworking.

A seguito del corso di formazione, sarà costituito un Albo di quartiere a disposizione dei cittadini che possono utilizzare in qualsiasi momento.

Il progetto REstart è stato finanziato per il 40% dal crowdfunding civico e il rimanente 60% dal Comune di Milano.

Data di inizio: Settembre 2021

Data di fine: Giugno 2022

Beneficiari: giovani tra i 18 e i 35 anni in cerca di occupazione e famiglie che richiedono servizi di babysitting e tutor compiti.

Impatto sociale: Il progetto è rilevante dal punto di vista sociale perché permette di rispondere in modo innovativo ai bisogni di due fasce di popolazione: i giovani che, alla luce della situazione economica, inasprita dall’emergenza sanitaria, trovano sempre meno opportunità lavorative; le famiglie con figli minori a carico che negli ultimi mesi si sono trovati a dover sopperire ai bisogni formativi e didattici dei figli in solitudine.

Mettere in campo queste azioni consente di prevenire l’emergere di situazioni e difficoltà che poi possono risultare di difficile gestione riguardo alla crescita dei figli (organizzazione quotidiana e supporto scolastico) e di cercare, almeno in parte, di tamponare il tasso di disoccupazione giovanile che, soprattutto nei quartieri periferici, è strettamente correlata con la partecipazione ad attività della criminalità organizzata e più in generale con la devianza

Luogo: Quarto Oggiaro e città di Milano

Contesto: L’Università Bocconi sostiene che il 50% degli abitanti di Quarto Oggiaro presenta una condizione di disagio, soprattutto tra i giovani. Sul territorio vi è un forte rischio di vulnerabilità economico sociale, acuito con l’emergenza COVID 19 e con il conseguente aumento dell’inattività lavorativa. La conseguente chiusura degli istituti scolastici e l’incertezza riguardo alla riapertura e riorganizzazione, ha comportato il sorgere di un nuovo bisogno per le famiglie, costrette a gestire i propri figli durante l’orario lavorativo, oltre alla difficoltà di rientrare a lavoro al termine del lockdown.

Contatti: clemente@arche.it

Sostieni questo progetto
Diventa volontario

Il progetto REstart offre ai giovani tra i 18 e 35 anni di Quarto Oggiaro occasioni di formazione e lavoro.

Ai beneficiari del progetto sarà offerta l’opportunità di partecipare ad un corso di formazione per acquisire le competenze di base e specifiche per svolgere in modo competente il ruolo di babysitter e tutor compiti. Entrambi i servizi verranno assicurati a tutti i nuclei famigliari in cui i genitori devono garantire la loro presenza fisica presso i luoghi di lavoro oppure a coloro che devono gestire i figli durante lo smartworking.

A seguito del corso di formazione, sarà costituito un Albo di quartiere a disposizione dei cittadini che possono utilizzare in qualsiasi momento.

Il progetto REstart è stato finanziato per il 40% dal crowdfunding civico e il rimanente 60% dal Comune di Milano.

Data di inizio: Settembre 2021

Data di fine: Giugno 2022

Beneficiari: giovani tra i 18 e i 35 anni in cerca di occupazione e famiglie che richiedono servizi di babysitting e tutor compiti.

Impatto sociale: Il progetto è rilevante dal punto di vista sociale perché permette di rispondere in modo innovativo ai bisogni di due fasce di popolazione: i giovani che, alla luce della situazione economica, inasprita dall’emergenza sanitaria, trovano sempre meno opportunità lavorative; le famiglie con figli minori a carico che negli ultimi mesi si sono trovati a dover sopperire ai bisogni formativi e didattici dei figli in solitudine.

Mettere in campo queste azioni consente di prevenire l’emergere di situazioni e difficoltà che poi possono risultare di difficile gestione riguardo alla crescita dei figli (organizzazione quotidiana e supporto scolastico) e di cercare, almeno in parte, di tamponare il tasso di disoccupazione giovanile che, soprattutto nei quartieri periferici, è strettamente correlata con la partecipazione ad attività della criminalità organizzata e più in generale con la devianza

Luogo: Quarto Oggiaro e città di Milano

Contesto: L’Università Bocconi sostiene che il 50% degli abitanti di Quarto Oggiaro presenta una condizione di disagio, soprattutto tra i giovani. Sul territorio vi è un forte rischio di vulnerabilità economico sociale, acuito con l’emergenza COVID 19 e con il conseguente aumento dell’inattività lavorativa. La conseguente chiusura degli istituti scolastici e l’incertezza riguardo alla riapertura e riorganizzazione, ha comportato il sorgere di un nuovo bisogno per le famiglie, costrette a gestire i propri figli durante l’orario lavorativo, oltre alla difficoltà di rientrare a lavoro al termine del lockdown.

Contatti: clemente@arche.it

Sostieni questo progetto
Diventa volontario