La Città è dei Giovani

La Città è dei Giovani” è un progetto che mira alla partecipazione inclusiva dei ragazzi alla vita di comunità e ai processi decisionali che li riguardano da vicino.

La Città è dei Giovani

La Città è dei Giovani” è un progetto che mira alla partecipazione inclusiva dei ragazzi alla vita di comunità e ai processi decisionali che li riguardano da vicino.

In una prima fase del progetto è prevista la loro partecipazione ad attività di confronto attorno ai temi della qualità di vita nei territori e del degrado di alcune zone della loro città.

La divisione dei ragazzi in gruppi di lavoro, sarà la base per l’individuazione delle aree e delle modalità d’intervento, stimolando così i processi di conoscenza delle risorse, materiali e non, disponibili sul territorio e utili per la sua rigenerazione. In questo modo saranno coinvolti concretamente nella trasformazione degli spazi, pubblici o in forte degrado.

Nel periodo estivo, si svolgeranno Work Camp di volontariato in ciascun territorio comunale, durante i quali i giovani realizzeranno attività utili ai cittadini e potranno mettere mano a parti di città per renderle più belle.

Le attività, i momenti di riflessione e lo scambio delle esperienze prenderanno vita in luoghi informali all’interno dei quartieri, tra i quali alcune aree confiscate alla mafia, per una ancora maggiore conoscenza del territorio.

Data di inizio: dicembre 2019

Data di fine: settembre 2020

Beneficiari: giovani nella fascia di età fra i 15 e i 25 anni, residenti nei Comuni Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Paderno Dugnano, Senago e Solaro.

Impatto sociale: I principali interlocutori del progetto sono giovani e giovani-adulti, per contrastare un generalizzato sentimento di impotenza tra i ragazzi, sempre più spinti da individualismo e sfiducia nei confronti delle istituzioni. L’obiettivo consiste nel renderli protagonisti della ridefinizione delle politiche pubbliche a loro dedicate, attraverso l’espressione delle loro potenzialità, favorendo così il riconoscimento del proprio ruolo all’interno delle comunità locali.

Partnership: Il progetto si sviluppa nell’area a Nord Ovest di Milano e comprende otto Comuni appartenenti all’Ambito Territoriale del Piano Sociale di Zona di Garbagnate Milanese: Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Paderno Dugnano, Senago e Solaro.

Luogo: Arché si occuperà di implementare il progetto nei Comuni di Baranzate e Novate Milanese.

Contesto: Nella popolazione dei comuni nei quali verrà sviluppato il progetto, che conta 192.298 residenti (il 6% dell’intera Area Metropolitana di Milano), una proiezione Istat del 2021 ha rilevato in sei su otto Comuni di riferimento una complessiva diminuzione dei giovani (-0,33%). Questo fenomeno si affianca ad un processo di invecchiamento sempre più marcato che definisce un rapporto di poco più di 5 anziani ogni 3 bambini. I giovani di età compresa tra i 15 e 34 anni sono il 20% della popolazione residente nel territorio, tra i quali 3597 sono alunni (distribuiti in 163 Istituti Superiori) e 250 sono studenti in formazione professionale (63 classi). I dati riferiti al 2018 da Afol Metropolitana rilevano un calo dell’occupazione giovanile (15-24 anni) di 3 punti percentuali rispetto all’anno precedente. È sempre in aumento infatti il fenomeno dei giovani NEET (Not in Education, Employment or Training). In questo contesto, nel quale i giovani escono precocemente dal sistema formativo e faticano a orientarsi nel mondo professionale, è sempre più difficile definire la propria identità e il proprio ruolo all’interno della società.

Contatti: Chiara Clemente, clemente@arche.it, 02 36559990

Sostieni questo progetto
Diventa volontario

In una prima fase del progetto è prevista la loro partecipazione ad attività di confronto attorno ai temi della qualità di vita nei territori e del degrado di alcune zone della loro città.

La divisione dei ragazzi in gruppi di lavoro, sarà la base per l’individuazione delle aree e delle modalità d’intervento, stimolando così i processi di conoscenza delle risorse, materiali e non, disponibili sul territorio e utili per la sua rigenerazione. In questo modo saranno coinvolti concretamente nella trasformazione degli spazi, pubblici o in forte degrado.

Nel periodo estivo, si svolgeranno Work Camp di volontariato in ciascun territorio comunale, durante i quali i giovani realizzeranno attività utili ai cittadini e potranno mettere mano a parti di città per renderle più belle.

Le attività, i momenti di riflessione e lo scambio delle esperienze prenderanno vita in luoghi informali all’interno dei quartieri, tra i quali alcune aree confiscate alla mafia, per una ancora maggiore conoscenza del territorio.

Data di inizio: dicembre 2019

Data di fine: settembre 2020

Beneficiari: giovani nella fascia di età fra i 15 e i 25 anni, residenti nei Comuni Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Paderno Dugnano, Senago e Solaro.

Impatto sociale: I principali interlocutori del progetto sono giovani e giovani-adulti, per contrastare un generalizzato sentimento di impotenza tra i ragazzi, sempre più spinti da individualismo e sfiducia nei confronti delle istituzioni. L’obiettivo consiste nel renderli protagonisti della ridefinizione delle politiche pubbliche a loro dedicate, attraverso l’espressione delle loro potenzialità, favorendo così il riconoscimento del proprio ruolo all’interno delle comunità locali.

Partnership: Il progetto si sviluppa nell’area a Nord Ovest di Milano e comprende otto Comuni appartenenti all’Ambito Territoriale del Piano Sociale di Zona di Garbagnate Milanese: Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Paderno Dugnano, Senago e Solaro.

Luogo: Arché si occuperà di implementare il progetto nei Comuni di Baranzate e Novate Milanese.

Contesto: Nella popolazione dei comuni nei quali verrà sviluppato il progetto, che conta 192.298 residenti (il 6% dell’intera Area Metropolitana di Milano), una proiezione Istat del 2021 ha rilevato in sei su otto Comuni di riferimento una complessiva diminuzione dei giovani (-0,33%). Questo fenomeno si affianca ad un processo di invecchiamento sempre più marcato che definisce un rapporto di poco più di 5 anziani ogni 3 bambini. I giovani di età compresa tra i 15 e 34 anni sono il 20% della popolazione residente nel territorio, tra i quali 3597 sono alunni (distribuiti in 163 Istituti Superiori) e 250 sono studenti in formazione professionale (63 classi). I dati riferiti al 2018 da Afol Metropolitana rilevano un calo dell’occupazione giovanile (15-24 anni) di 3 punti percentuali rispetto all’anno precedente. È sempre in aumento infatti il fenomeno dei giovani NEET (Not in Education, Employment or Training). In questo contesto, nel quale i giovani escono precocemente dal sistema formativo e faticano a orientarsi nel mondo professionale, è sempre più difficile definire la propria identità e il proprio ruolo all’interno della società.

Contatti: Chiara Clemente, clemente@arche.it, 02 36559990

Sostieni questo progetto
Diventa volontario