Gli amici di Insight hanno organizzato una giornata di volontariato un po’ speciale: hanno trascorso una intera giornata presso la fattoria didattica Fattoria Pasqué insieme a mamme e bambini di Arché, sia delle comunità Casa Adriana e Casa Carla che della Corte di Quarto, con i loro educatori ed educatrici.

Posta sulle colline intorno ai laghi di Varese, in mezzo ai boschi e ai pascoli, in un luogo che, solo a vederlo, dà pace e allegria, la Fattoria ha aperto le porte a piccoli e grandi. Ad accoglierci due guide che ci hanno fatto entrare subito nel vivo della visita, facendo sedere i bimbi ai tavoli dove già si trovano alcuni piccoli animali: ai bimbi il compito di coccolarli e dar loro da mangiare.

Prima con qualche incertezza, e qualche coccola un po’ più energica del consentito, e poi in modo più gradito e benvoluto dalle creature. Piano piano i piccoli imparano a gestire le proprie emozioni e ad approcciarsi agli animali nel modo giusto, prendendosene cura per come ne hanno bisogno. Proprio questo è il senso del laboratorio “coccole ai cuccioli”, una pet therapy che serve a canalizzare le proprie emozioni e a insegnare ai bambini come gestirle, nella relazione di cura con un animale.

Sciolto il ghiaccio tra bambini e animali e messo via qualunque imbarazzo, inizia il giro nella fattoria, alla scoperta di daini, cinghiali, un lama (!), galli e galline nel pollaio, vitellini appena nati e mucche adulte, caprette ed asinelli. Di ognuno le guide ci raccontano storia e peculiarità, suscitando interesse e curiosità tra i più piccoli.

A ingolosirli ancora di più, però, è il gelato finale che, a sorpresa, si trovano sotto gli occhi tutti i bambini. Un tocco di dolce freschezza utile a rendere la gita alla Fattoria Pasqué ancora più indimenticabile!

“È stata una giornata molto positiva”, è il bilancio dell’educatore dell’area Housing Eugenio Tagliabue che spiega: “in questi anni molto difficili per tutti, i rapporti personali e le relazioni sono stati colpiti in particolar modo; specialmente i bambini hanno sviluppato tante difficoltà nell’esprimere con competenza le proprie emozioni. Per loro avere la possibilità di

essere guidati nel prendersi cura di un altro essere vivente, imparando a gestire il proprio corpo e i propri movimenti, ha una valenza enorme in termini di crescita personale”.

Altrettanto entusiasta il commento di Sara Di Stasi, HR Coordinator Italy per Insight: “Mi è rimasto in mente il sorriso dei bambini quando hanno preso in braccio e accarezzato i coniglietti. Nel loro sorriso ho percepito tutta la gioia e la felicità di quel momento, facendomi capire che attraverso questa gita siamo riusciti a far trascorrere loro una giornata spensierata e divertente“. Per lei e gli altri colleghi è stato un giorno fuori dal comune, ma utile a “conoscere una realtà che è totalmente diversa da quella in cui siamo abituati a vivere” e capace di regalare “un bagaglio enorme di emozioni, insegnamenti e riflessioni“.