atlante dei talenti

Radio, tecnologia e musica: i tre laboratori del progetto Atlante dei Talenti 2020 hanno stupito e emozionato. Ma, come tutte le storie che valgono, sono arrivati a conclusione. È finito da poco il laboratorio di scrittura rap e hip-hop per i ragazzi e le ragazze del quartiere di Quarto Oggiaro,.

Finanziato dal Comune di Milano, il percorso vincitore del Bando Quartieri 2019 ha coinvolto tre realtà partner  (Fondazione Arché, Acli Milanesi e Fondazione Giacomo Brodolini) che  hanno sviluppato altrettante esperienze laboratoriali, partendo da contenuti e proposte per i giovani.

Dal canto suo, Fondazione Arché, insieme all’Associazione di Promozione Sociale 232, si è buttata sulla musica. O meglio, sulle rime che affiancano i beat della musica hip hop. Per muovere i primi passi in questo mondo, le attività proposte sono state varie e diversificate: da quelle “rompi-ghiaccio” per far muovere il gruppo sulla stessa melodia, ai giochi per stimolare la fantasia e per acquisire un vocabolario più ricco e condiviso di concetti, passando per momenti teorici sulle origini dell’hip-hop e sugli strumenti tecnici per poter incidere il proprio brano.

Atlante dei Talenti

Tutte insieme hanno dato ai giovani partecipanti l’energia per pensare qualcosa di nuovo e le capacità per tradurlo in realtà!

All’interno di un periodo incerto e difficile, nel quale i giovani vedono cambiare la loro quotidianità da un giorno all’altro, i laboratori de “L’atlante dei talenti” hanno voluto essere un punto fermo nella vita dei ragazzi e delle ragazze che vi hanno partecipato: una proposta educativa e culturale, ma anche un’opportunità per raccontarsi e raccontare a tutti  una storia, la loro.

Che di talenti è piena: basta solo scoprirli e coltivarli.

La canzone che hanno scritto, mixato e cantato è stato proprio questo: un viaggio nella loro quotidianità, difficile ma anche piena di potenzialità. 

“Dopo la fatica c’è la ricompensa, il premio è grande, la gioia immensa”, è la conferma delle rime della canzone. 

Il brano sarà ascoltabile in anteprima durante l’evento di chiusura dell’8 novembre sulla pagina FB di Arché