Il 9-10-11 novembre il Comune di Milano, in collaborazione con Libera e ANBSC, ha promosso il 1° Festival dei beni confiscati alle mafie.
Nel corso delle tre giornate numerosi beni sono stati aperti a tutti i cittadini con l’obiettivo di promuovere la cultura della legalità e rendere visibili immobili che in passato hanno rappresentato il fulcro dell’attività illegale e che oggi ospitano progetti sociali importanti per la città.

All’interno degli immobili si sono svolte attività per bambini, performance teatrali e musicali, film e documentari, presentazioni di libri, secondo la direzione artistica curata da Barbara Sorrentini. Sono state, inoltre, organizzate visite guidate di scolaresche.

Presso lo spazio in Via Jaurès 7/9, prima un night club gestito dalla mafia eora sede di un progetto di Arché dedicato agli adolescenti: FAI (FrequenzeAImpulsi), si sono svolti numerosi incontri e iniziative. In particolare, venerdì 9 nel pomeriggio, lo staff di Radio Popolare ha trasmesso direttamente dalla web radio della FAI, una puntata con intervista all’ospite speciale l’Assessore Pierfrancesco Majorino